20.04.2015

Cityvalue™ Milano 2015: Più di 60 realtà tra imprese e organizzazioni unite per creare progetti condivisi di innovazione sociale

Venerdì 17 aprile 2015 a Milano, presso la sede della Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi, si è svolto Cityvalue™ Milano 2015, seconda tappa del tour di eventi sull’innovazione sociale creato da Sintegy, con lo scopo di far incontrare persone, imprese, associazioni ed enti pubblici interessati a collaborare per lo sviluppo e la realizzazione di progetti di sostenibilità e responsabilità sociale.

Intitolato “Germogli sociali da innaffiare, progetti da finanziare”, l’incontro di Milano ha affrontato il tema del Fundraising dell’Innovazione Sociale.

Con la prima parte dell’incontro, attraverso il racconto di esperienze di successo, i Relatori invitati hanno condiviso spunti e suggerimenti utili su come dare vita a progetti di innovazione, che siano in grado sia di generare un importante impatto e utilità sociale, sia di trovare sostenibilità economico e finanziaria.

Ad aprire la prima parte dell’incontro i saluti di Salvatore Caschetto del Comune di Milano – Assessorato Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca –  e di Franco Taverna, Responsabile della Fondazione Exodus.

Nel suo saluto Caschetto ha sottolineato il fondamentale ruolo del Sistema Territorio nel supporto dello sviluppo di realtà e imprese a forte utilità sociale, illustrando poi le politiche e i progetti che il Comune di Milano ha intrapreso e sta intraprendendo in tal senso.

Taverna, dando il benvenuto a tutti i partecipanti, ha invece posto in rilievo l’importanza di ridurre sempre di più la distanza – e per certi versi anche la distinzione – tra il mondo delle imprese e il mondo del sociale, evidenziando anche come dall’avvicinamento e da contaminazioni tra questi due mondi si possano generare grandi opportunità di sviluppo.

Gli fa eco Giorgio Conti – degli Archivi della Sostenibilità Università Ca’ Foscari Venezia, centro di ricerca sui temi della sostenibilità integrata – che pone l’accento su come sia importante evolvere il modello di sviluppo economico: organizzazioni e imprese devono imparare a creare un equilibrio virtuoso tra la capacità di generare impatto sociale e la sostenibilità economica.

A tal proposito, attraverso la presentazione dei progetti e degli sviluppi creati attraverso l’edizione 2014 di Cityvalue – tenutasi a Venezia -, offre degli spunti su come si possano intraprendere dei percorsi in questa direzione.

Segue poi la testimonianza di Gianluca Savalli e Federico Venturi, di Ginkgo, un’impresa che ha ripensato gli ombrelli con una proposta innovativa, sostenibile e completamente riciclabile, finanziata attraverso il crowdfunding.

Tra i molti spunti, la loro esperienza ha fornito indicazioni utili sul come affrontare una campagna di crowdfunding: di quanto sia importante prima di tutto la bontà del progetto, oltre che la grande attenzione nel saperne comunicare, in modo coerente ed efficace, i valori, la filosofia e la proposta di valore che lo sostengono.

Offre invece ispirazioni e interessanti prospettive di innovazione, nel mondo della raccolta di fondi, l’esperienza di Stefania Greco Lucchina, di CharityStars – piattaforma digitale innovativa che mette all’asta oggetti, esperienze e incontri esclusivi con personaggi famosi, devolvendo in beneficenza i proventi raccolti a supporto iniziative e realtà sociali -, la quale ha approfondito le dinamiche che muovono le campagne di Fundraising, rilevando le criticità e le opportunità del rapporto tra notorietà, comunicazione e sviluppo dei progetti.

Infine l’intervento di Marco Nanini di Impact Hub Milano – Incubatore di Innovazione Sociale e il primo nodo italiano di una rete internazionale di persone, progetti, imprenditori e organizzazioni che vogliono contribuire a dare vita a idee innovative – ha approfondito, tra gli altri aspetti, le attività e il ruolo di un incubatore sociale, fornendo poi importanti spunti che hanno rilevato come un progetto imprenditoriale per trovare l’interesse di potenziali investitori debba essere chiaro e ben sviluppato, in modo particolare, per quanto riguarda Prodotto, Target, Mercato e Modello di business.

A seguire, la seconda parte dell’evento, dedicata ai Tavoli di sviluppo progettuale, dove in piccoli gruppi di 8-10 persone, guidati dai Cityvalue™ Bridgebuilders – ovvero da dei facilitatori di collaborazione e sviluppo – si sono approfonditi relazioni e confronti, con lo scopo di contribuire a dare vita a dei progetti condivisi di innovazione sociale e di individuare potenziali affinità progettuali tra i partecipanti.

Ogni Tavolo di Sviluppo progettuale ha avuto una tematica specifica. Tra i Temi di progettualità dei tavoli: A) Cultura e Comunicazione della Responsabilità Sociale; B) Sviluppo dell’Impresa Sociale; C) Design e Sostenibilità; D) Sostenibilità integrata e Progetti Territoriali; E) Formazione, Lavoro e Politiche territoriali; F) Sviluppo Innovazione e iniziative sociali; G) Responsabilità Sociale; H) Sharing Economy.

Le proposte e i progetti non sono mancati e saranno prossimamente presentati nell’area on line dedicata a Cityvalue.

L’evento si è poi concluso con un Networking Brunch che, nell’ambito della convivialità con prodotti tipici e sostenibili, ha offerto ai partecipanti l’opportunità di stringere e approfondire la relazione tra loro, dando seguito a quanto emerso nel corso dei Tavoli di Sviluppo progettuale.

Come evidenzia Pierluigi Cupri – ideatore e responsabile di Cityvalue -, “la tappa di Milano, assieme a quella della scorsa edizione di Venezia, è solo l’inizio di un progetto, di creazione e di mappatura delle nuove progettualità e di collaborazioni tra i partecipanti, che vedrà impegnato il team di Cityvalue anche nei prossimi mesi e nelle successive tappe”.

Si tratta di un lavoro corale che si fonda su un ruolo attivo da parte di tutti i partecipanti e, che, nel caso di Milano, ha trovato sostegno e supporto da parte di realtà e imprese che credono in questa attività: Fondazione Exodus, Asset ISG, Padi Costruzioni, Ecozema, Sgambaro, Madeleine, Dewrec, Ciclope Production …

“Nel suo piccolo” – spiega Cupri – “Cityvalue ha l’intento ambizioso di “piantare” dei piccoli semini in giro per l’Italia, in grado di contribuire a far germogliare, in modo sano e robusto ,buone pratiche e progetti e iniziative di innovazione sociale”.

Il prossimo appuntamento sarà con Cityvalue Rimini 2016.

20.11.2014

Cityvalue™ Venezia 2014: grande soddisfazione per la prima tappa del tour di eventi a supporto dell’innovazione sociale

Venerdì 14 novembre 2014 a Venezia, presso la sede della Cultural Flow Zone dell’Università Ca’ Foscari Venezia ha avuto luogo Cityvalue™ Venezia 2014, la prima tappa del tour di eventi sull’innovazione sociale creato da Sintegy.

Ne sono scaturiti progetti di innovazione sociale potenzialmente fonte di grande impatto ed ispirazioni. Presto saranno disponibili approfondimenti a riguardo.